Blog: http://kerub.ilcannocchiale.it

A Post For The Blogs

[Diario] E poi, dov'ero quando gli altri andavano al MESCA?

Ho deciso di spiegare, in due parole, la percezione che ho dei blog solitamente letti e commentati (e a lato collegati).

Intanto un ringraziamento particolare a Blogorrea e Wittgenstein: sono loro i primi blog che ho letto, i blog che mi hanno fatto conoscere il mondo dei blog...

Blogorrea mi ha subito divertito per la candidatura presidenziale; io ho provato a propormi per Consigliere Sicurezza Nazionale, visto che dopo la Rice aver letto l'opera omnia di Clancy già può bastare.

Wittgestein è un pò il maestro di stile per i blog: colloquiale, originale, arguto, a tratti malinconico e mai, dico mai, ortograficamente scorretto. Qualche volta, sarà la nemesi, con tutti quei "a prescindere" e "nonostante", sembra la Palombelli (e può essere anche un complimento).
Con Quattro E Un Quarto si sottomette, anche se moderando, ai commenti dei lettori.

Bacco l'ho conosciuto commentando Blogorrea e poi sono andato a trovare lui e la consorte Elisa durante un viaggio di lavoro: sono la modestia, la mitezza ed il coraggio fatte persone. Ha un difetto, una fissa... leggetelo e capirete.

Selfsurfer l'ho conosciuto commentando Quattro E Un Quarto. Mi ha colpito per un paio di spunti interessanti e originali, quasi un guardare le cose da un'altra parte. Sul suo blog si conosce un po' di piattaforma Splinder: i nostri cugini. Anche lui stilisticamente perfetto.

Capperi l'ho conosciuto seguendo l'arguto Castaldi: caustico e vulcanico rappresenta una sfida per tutti quelli che, come me, raramente concordano con lui. Ora ha divorziato da Capperi e lo potete trovare su Malvino. Un consiglio: se aprite un giornale e lui è nei paraggi, chiudete la rubrica sulle lettere ai direttori.

Shock And Awe, Harry e DailyNilus rappresentano l'ala neocon della piattaforma del Cannocchiale. Spesso divertenti, qualche volta dei ragazzini, qualche volta pura propaganda (vero Harry?); ah dimenticavo: qualche volta hanno pure ragione!

Alzata Con Pugno mi ha incuriosito per gli studi su peace-keeping e relazioni internazionali presso la NATO. Ha una spiccata sensibilità; leggetela: è una specie di barometro.

Titollo si è trasferito da Splinder e si propone come segretario al tesoro nella futura amministrazione Contini alla Casa Bianca. Leggetelo anche per la Locanda dei Riformisti in cui troverete Europa e gli altri: sempre interessanti (forse le cose più interessanti sul Cannocchiale).

Barnaba lo leggo da poco: mai banale (e scrive bene, Dio come scrive...)

Attenti Al Cane è un altro maestro di stile: alterna post di costume a quelli politici a quelli di generazione a quelli, infine, quotidiani e personali. Sempre un po' distaccato, scrive pensando all'equilibrio e alla misura (e a quelli che lo leggono).

Circo e Fetish rappresentano chi come me non disdegna di frequentare i blog neocon e cerca di evitare di apparire come l'indignato professionista di sinistra. Ma mi aiutano a tirare qualche bastonata ai destrorsi che pisciano fuori dal vaso.

Gino rappresenta il cattolico un po' integralista: leggetelo e bastonatelo insieme a me. Ma ricordate: non ha sempre torto. Solo quasi sempre.

Aletheia e Taniwha meritano un discorso speciale: il secondo si definisce come popperiano e quindi io son già soddisfatto e la prima ha citato (tra le altre cose) il "Dialogo Sul Pessimismo" scritto da autori assiri un po' di tempo fa; io svenni sul momento. Anche Vecuvia è da consigliare: mi illumina sugli Etrischi e non solo su quelli.

Aggingo LaReteDellaScienza: ci metterò un po' solo a girarlo (e a capirlo poi...)

Adesso ho finito i complimenti.

Avevo promesso una fotografia del matrimonio bavarese (del cognato) che mi ha tenuto lontano dal MESCA in quel di Landsberg Am Lech, Baviera occidentale; ecco la foto dei due sposini: lui è un rispettabile funzionario assicurativo di Bologna, lei un tecnico di laboratorio micro-biologico all'università di Monaco.

Il maschietto (5 anni) con maglioncino azzurro e la femminuccia (6 anni) con maglioncino bianco sono i pargoli di Kerub: dei kerubini,

Pubblicato il 14/5/2004 alle 22.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web